Logo saveriani - Italia
Google Plus
Popoli in festa

Popoli in festa

Domenica, 03 Giugno 2018

  • Volti, vestiti e colori diversi che nascondono storie di lunghi cammini: sogni, attese e speranze di persone che han percorso chilometri per abitare nel nostro paese. Storie che ci parlano di accoglienza ma anche di paura per un futuro sempre incerto soprattutto in una società come la nostra, dove ormai la parola accoglienza è diventata tabù, o è vista come un nemico.

    Come quando in una casa nasce un altro bambino, e viene guardato con gelosia dai fratelli maggiori che sono arrivati prima di lui, ecco a volte noi ci comportiamo proprio così, allo stesso modo, con i nostri fratelli immigrati.

    Ma questa Domenica 3 Giugno, invece abbiamo superato ogni barriera, per la prima volta a Parma, le comunità anglofona, francofona, filippina e romena si sono messe insieme per realizzare: “Popoli in Festa”.

    Uniti dalla stessa fede abbiamo lodato il Signore Gesù nella celebrazione dell’eucaristia nel nostro Santuario Conforti. Una celebrazione con suoni, canti e balli che ci hanno fatto gustare la bellezza della diversità di tanti popoli diversi.

    IMG 5925 min

    Ma come possiamo non accorgercene? Il diverso è bello, sempre! Perché mi dona qualcosa che io non ho e che solo l’altro può dare a me! Cosa c’è di più bello di accettare un regalo? Questi fratelli e sorelle, oggi hanno testimoniato proprio questo, davanti alla nostra società bombardata da notizie contro i migranti, termine che ormai è diventato sinonimo di “pericoloso”, oppure addirittura di “criminale”. Niente di tutto questo! Quando ci incontriamo con l’altro e conosciamo la sua storia ci rendiamo conto che si tratta di una persona, di un fratello e una sorella che come me lotta e spera per un mondo migliore, ma allora perché non sognarlo insieme e non lottare insieme per costruire questo mondo migliore?

    IMG 5980 min

    Claudia, della comunità Romena, ci spiega che anche se non è stato semplice organizzare questa giornata è stata stupenda e ha superato le sue aspettative. Proprio mettere insieme tante realtà diverse mostra la bellezza di camminare insieme sullo stesso cammino.

    L’idea è nata perché sembrava troppo poco incontrarsi soltanto il 6 Gennaio in occasione della “Festa dei Popoli” che si celebra in Duomo.

    Le comunità sentono la necessità di incontrarsi più spesso durante l’anno per non correre il rischio di diventare tante isole che navigano nel proprio mare, ma piuttosto per essere come tante barche che percorrono insieme la stessa rotta.

    “Ho notato oggi che ci guardavamo come se ci conoscessimo da sempre, con un tratto particolarmente familiare” – prosegue Claudia – “siccome ogni popolo ha le proprie consuetudini, caratteristiche, e culture diverse è bello conoscerci a vicenda, perché la diversità dell’altro ci arricchisce”.

    IMG 6015 min

    “Popoli in festa” è stata una giornata dove preghiera, sapori e danze sono diventate un segno per tutti che il sogno del nostro fondatore, San Guido Maria Conforti, non è un utopia ma basta poco, davvero poco per farlo diventare realtà: basta guardare l’altro chiunque sia, da qualunque paese provenga, qualunque sia la sua lingua, qualunque siano le sue idee, qualunque sia il suo grado di istruzione, qualunque sia il suo lavoro o status sociale, qualunque, qualunque, qualunque… chiunque esso sia basta guardarlo come mio fratello e mia sorella, basta questo per FARE DEL MONDO UNA SOLA FAMIGLIA!

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.