Logo saveriani - Italia

S’alza il grido: Salviamo la terra!

S’alza il grido: Salviamo la terra!
Google Plus

I missionari saveriani di Ancona hanno creduto opportuno diffondere una mostra, prodotta dall’Emi (Editrice missionaria italiana), come commento all’Enciclica di papa Francesco Laudato Si’. L’esposizione ha per titolo “Il grido della terra” e riproduce in dodici pannelli i temi principali dell’Enciclica ecologica. Nella situazione attuale, le creature, di cui San Francesco lodava il suo Signore, come “fratello sole”, “sorella acqua” e “madre terra”, sono diventati anche campanelli di allarme per vedere, giudicare e agire senza provocare il degrado della Terra, ma cercando provvedimenti efficaci per salvare il nostro pianeta.

La dottrina sociale della chiesa si preoccupa del mondo del “lavoro”, esplicitato all’inizio dell’era industriale con l’enciclica “Rerum novarum” di Leone XIII (1891). Il “sottosviluppo” di alcune nazioni è affrontato dall’enciclica “Populorum progressio” di Paolo VI (1967). Ora, è specificata la relazione tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda con l’enciclica Laudato Si’ di papa Francesco (24 maggio 2015). È un’enciclica molto diversa dalle altre per alcuni motivi: ha un titolo non in latino; è rivolta non solo ai cattolici, ma a tutte le persone; tratta dei problemi con dati di scienza e sociologia e fa una riflessione di spiritualità e di responsabilità morale. Il Papa, che proviene dall’America Latina, sente sulla pelle i disagi che si riversano nei poveri e in tutti coloro che soffrono; mostra la cattiveria di alcuni sistemi che cercano solo i propri interessi e calpestano la dignità umana. Si producono squilibri che danneggiano la “casa comune”, il nostro pianeta.

Ognuno dei dodici pannelli dell’esposizione ha un sottotitolo, seguito da una frase o due della Laudato si’ e da un piccolo commento. Ci sono poi piccole statistiche con alcune previsioni che mostrano come la corsa forsennata dell’aumento dei consumi può portare a un surriscaldamento del pianeta e alla mancanza di acqua potabile. I pannelli suggeriscono la possibilità di un altro tipo di progresso e di politica, con la riduzione accentuata del cemento, l’aumento della raccolta differenziata, energia verde e nuovi stili di agricoltura biologica e commercio equosolidale.

L’esposizione “Il grido della terra”, messa in circolazione tra le parrocchie delle diocesi di Ancona-Osimo, Macerata, Fermo e delle vicine diocesi delle Marche, ha già iniziato i percorsi richiesti. Rimane per due settimane in ogni parrocchia. C’è una buona accoglienza nella catechesi dei ragazzi di medie e superiori e suscita interesse non solo tra i giovani, ma anche tra adulti di ogni età. 
I 12 pannelli si possono prenotare presso i missionari saveriani di Ancona, Strada del Castellano 40. Sono facili da montare e si prestano per la visita di ragazzi (guidati), giovani e adulti. Prenotateli chiamando p. Alberto Panichella (333 8856374) o p. Franco Sana (338 9109115).

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.