Logo saveriani - Italia

La missione è una melodia

La missione è una melodia

Il titolo è preso dalla frase spontanea espressa da un giovane della parrocchia di Faiano, membro del gruppo post-Cresima, arrivato nella comunità saveriana di Salerno insieme ad altri 14 giovani.

Visitare la nostra comunità era l’ultima tappa del loro pellegrinaggio di tre giorni, accompagnati da don Roberto Facenda, il parroco, e da due animatori. Quella frase è nata dopo l’esperienza missionaria di mezza giornata con p. Giovanni Gargano e me. Li abbiamo accolti in un clima di preghiera missionaria, ricordando tutti i popoli dei continenti e in particolare le vittime (erano volontari umanitari) dell’attentato terroristico avvenuto a Dhaka l’anno scorso.

Nell’incontro successivo, abbiamo spiegato la storia della congregazione saveriana: quando è nata, chi sono il fondatore e il patrono, il suo carisma specifico, la nuova missione in Thailandia. In questo modo, abbiamo presentato anche la pluralità che esiste all’interno della nostra famiglia.

I saveriani sono l’insieme di religiosi provenienti da Italia, Indonesia, Congo, Brasile e da tanti altri paesi radunati con l’unico scopo: annunciare Gesù Cristo ai non cristiani, promuovendo il rispetto della dignità umana, puntando al dialogo interreligioso e interculturale e anche formando le comunità cristiane.

Queste spiegazioni sono state arricchite da due testimonianze: p. Franco Manganello, missionario per più di quarant’anni in Sierra Leone, e Maria Cristina, una volontaria missionaria che da sei anni vive con i bambini di strada a Kokai, in Bangladesh.

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.