Logo saveriani - Italia

La Festa dell’intercultura, a Hortolândia, in Brasile

La Festa dell’intercultura, a Hortolândia, in Brasile

Nella giovane parrocchia San Guido Conforti il maggior problema è l’integrazione fra le diverse culture. La città, Hortolândia, compie quest’anno 26 anni, durante i quali sono arrivati più di centocinquatamila immigrati da tutte le parti del Brasile.

Così, per il secondo anno, abbiamo celebrato la Festa dell’intercultura, partendo dai sapori. Ogni regione ha messo in vendita i propri prodotti tipici, accompagnati da musica e danze. Ho gustato, ho sentito il profumo, ho visto e apprezzato, senza pregiudizi, guardando l’altro come alleato nella costruzione di un mondo migliore. È stata una vera festa di fraternità.

E l’Italia? Non mi sono tirato indietro… Ecco lo stand con tagliatelle alla bolognese, andate a ruba!

Naturalmente in ogni celebrazione e incontro abbiamo parlato della povertà e della ricchezza di ogni persona. Accoglierci, camminare insieme e amarci fa del cuore di ciascuno un terreno buono e il raccolto sempre più abbondante.

Abbiamo risposto così a papa Francesco che insiste sulla necessità di favorire in ogni modo la cultura dell’incontro, moltiplicando le opportunità di scambio interculturale. È la nostra piccola goccia in questo faticoso ma meraviglioso cammino di integrazione della famiglia umana.

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.