Logo saveriani - Italia

Chi dona, riceve…

Chi dona, riceve…

Caro p. Filippo,

nel 2015 abbiamo presentato un progetto (5/2015) per gli studenti africani che ospitiamo come Solidarietà Muungano onlus. Abbiamo ricevuto più di quanto abbiamo proposto. Anche per questo desidero ringraziare i lettori. Abbiamo capito non solo come sia apprezzato il valore dell'accoglienza ma anche la stima nei nostri confronti. Grazie!

p. Silvio Turazzi, sx - Vicomero

Cari saveriani,

state seguendo il tema del sinodo dei giovani? 

Enrico - Mantova

Gentilissima redazione,
per aprire “Missionari Saveriani”, tolgo la pellicola di plastica e la stringo nel pugno, per buttarla via. Noto che riempie il mio pugno! Penso alle tante palle di plastica che butto nella spazzatura, sia pur differenziata, ogni anno. E penso alle migliaia di abbonati che compiono lo stesso gesto. È davvero necessario questo involucro? Tanti giornali giungono sani e salvi a destinazione senza plastica. Che ne direbbe san Francesco Saverio? Se ne potrebbe fare a meno?

Potreste aderire anche voi a questa campagna e sensibilizzare migliaia di abbonati a fare altrettanto.
I vermetti che mangiano la plastica, secondo una recente scoperta, non dovranno mangiare anche questa!

Vi ringrazio di cuore se potrete aderire e diffondere. Il pianeta, la nostra casa nell'universo, e la nostra salute se ne avvantaggeranno.

Angela Danisi - via e-mail

Grazie p. Silvio! Nonostante quello che appare, tanti hanno ancora un cuore generoso, aperto al povero (vicino e lontano), carne di Cristo. Oltre a questo, chi dona riceve: la sua vita diventa più bella.

Caro Enrico, nel calendario avevamo detto che i giovani potranno ringiovanire la chiesa, se questa avrà il coraggio, a sua volta, di credere in loro, andandogli incontro, accogliendoli con simpatia e calore umano, con cuore di madre. Francesco, a Cracovia, si è rivolto a loro dicendo: “Come la giovane Maria, potete far sì che la vostra vita diventi strumento per migliorare il mondo. Gesù vi chiama a lasciare la vostra impronta nella vita, un’impronta che segni la storia, la vostra e quella di tanti altri” (30-07-2016).

Quando Dio tocca il cuore di un giovane, questi diventa capace di fare grandi cose. Importante, però, è saper cogliere il “filo rosso” dell’amore di Dio che percorre tutta la nostra vita.

Gentile signora Angela, 

grazie per il sostegno e per l'opera di apertura cellophane del nostro mensile. Come avrà capito anche dai temi trattati, "Missionari Saveriani", giornale e congregazione, è molto sensibile al tema rifiuti, raccolta differenziata, sprechi, stili di vita “alternativi”. Difendiamo il creato, casa di tutti. In redazione stampiamo spesso su fogli di riciclo, proprio per non “buttare via niente”...

Purtroppo, al momento, non c’è altra formula per spedire il giornale, in modo che contenga anche il bollettino e l’indirizzo del destinatario. Il tutto senza che la carta subisca danni (per intemperie, imperizia o altro) e quindi si renda illeggibile a voi cari lettori. Del resto, anche altri settimanali, mensili e rotocalchi sono recapitati così. 

Ma il suo consiglio sarà preso in considerazione. Anzi, ci impegna a trovare sempre strade alternative, per spezzare la catena della… plastica. Perché non è detto che quello che si fa oggi, debba per forza ripetersi domani.

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.